vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Guida alle collocazioni della biblioteca

Il patrimonio della sede di Viale Risorgimento è principalmente suddiviso in una parte collocata nello scaffale aperto e in un'altra nel magazzino che, nel caso dell'edificio del Vaccaro, è costituito dalla torre libraria.

Scaffale aperto

Le opere della biblioteca di più frequente consultazione sono disposte a scaffale aperto al piano terra e al primo piano.

Al primo piano sono presenti enciclopedie, dizionari e volumi che per la loro impostazione si prestano ad una lettura parziale in sede e non ad una completa disamina. Sempre al primo piano è presente la collezione di libri con collocazione che va da 000 a 499, i cui ambiti disciplinari vanno dalla scienza degli elaboratori alla ricerca operativa, dall'architettura degli elaboratori ai programmi e la programmazione; comprende anche l'ambito ingegneristico che pertiene ai lavori pubblici, al diritto in materia di edilizia, economia, trasporti.

Al piano terra si trovano circa 10.000 volumi, tra cui numerosi titoli testi di esame - presenti in più copie - dislocate in tre sale. Qui, come al primo piano, i libri sono classificati per disciplina, secondo la Classificazione Decimale Dewey. All'ingresso della prima sala del piano terra è collocato un Totem che fa parte di un sistema di segnaletica recentemente approntato in biblioteca.

Su di esso è ben visibile una legenda che elenca i principali rami disciplinari in  cui si articola il patrimonio della biblioteca, affiancato da un'indicazione cromatica che ne facilita il reperimento a scaffale.

La legenda fa riferimento alla piantina della biblioteca i cui colori identificano scaffali o parti di scaffali contenenti i libri attinenti al medesimo ambito disciplinare; sono stati utilizzati otto gruppi cromatici in modo da semplificare l'orientamento dell'utente.

 

Torre libraria

I piani della torre ospitano sia il patrimonio librario non presente a piano terra - oltre 30.000 monografie - che i periodici su supporto cartaceo posseduti dalla biblioteca.

Il sistema di collocazioni è di tipo alfanumerico, con una suddivisione a formato all'interno di ciascuna collocazione e con l'utilizzo di un numero di catena. Anche in questo caso si è cercato di dare un ordine semantico a gran parte dei settori. Gli ambiti disciplinari ovviamente sono gli stessi dello scaffale aperto: Matematica e Geometria (B), Fisica generale (C), Ingegneria nucleare (D), Geologia (E), Ingegneria elettrica (F), Ingegneria elettronica (G), Ingegneria meccanica (H), Scienza delle costruzioni (L), Ingegneria idraulica (M), Termodinamica, acustica, illuminotecnica (N), Ingegneria dei trasporti (O), Architettura e urbanistica (P), Chimica (R), Scienze economiche e giuridiche (T), Informatica (V), Dizionari e enciclopedie (Z).

In torre sono collocati anche importanti fondi quali il Fondo Villa e il Fondo Randaccio. Inoltre sono conservate enciclopedie con rilevanza storica e le opere di pregio del Fondo Antico della biblioteca di Ingegneria "G. P. Dore".